1 aprile 2016

GRAFICA CREATIVA

La creazione di un prodotto tipografico deve rispondere a diversi standard:
prima di tutto ai limiti del macchinario di stampa, che sia una stampante casalinga o d’ufficio, e quindi con i limiti dei colmi di stampa, del ritaglio e della grandezza del supporto cartaceo, nonché della definizione di stampa dovuta alle cartucce o al toner non adeguati ad una resa ottimale, fino alle stampanti dei centri di stampa, che permettono sì di avere dei risultati ottimali e su supporti di dimensione e fattura notevoli, ma che comunque pretendono un’attenzione alle misure, alle risoluzioni e ai colori molto specifiche.

Si propongono quindi vari prodotti tipografici, di buona fattura, per la stampa poi presso centri adeguati.
Tra questi:

  • brochure due-tre ante;
  • carte intestate;
  • volantini, locandine, depliantes;
  • biglietti da visita;
  • impaginati con spillatura centrale;
  • libri con rilegatura;
  • cartoline, segnalibri, vari tipi di gadgets.

Ci si affida poi ad un centro stampa preferito, oppure scelto dal committente.
Non si sviluppano impaginati di grandi dimensioni (maggiori di A3+).

Inoltre, tra i vari servizi, si propongono:

  • collages fotografici;
  • effetti e fotoritocchi;
  • creazione cd, completi di copertina e stampa etichetta;
  • creazione loghi;
  • studio e progettazione del branding aziendale;
  • fumettistica;
  • editing testuale;

Per il settore della multimedialità, si propongono:

  • montaggio video, con titolatura e sottotitolatura, transizioni, sovraincisione di brani musicali, slide fotografici;
  • elaborazione brani audio, con effetti, tagli, transizioni, missaggio;
  • creazione cd e dvd multimediali.